n Danno di Donna - Chi ben comincia

All Rights Reserved ©

Summary

Io che mi alzo dal letto con la gioia di un becchino. Io che mi trascino in cucina con l'energia di una novantenne, i capelli come Cocciante, un occhio chiuso e il segno del cuscino ancora in faccia. Che, se mi dici “ Buongiorno ”, ti becchi un “ vaffanculo ”, sarà perché sono stitica e non mangio crusca.... CONTINUA

Genre:
Humor / Romance
Author:
undannodidonna
Status:
Complete
Chapters:
1
Rating:
n/a
Age Rating:
18+

Chi ben comincia

un Danno di Donna - ep. 3 Chi ben comincia ...

Il mattino ha l'oro in bocca, disse qualcuno, per me va bene, risposi, l'importante è che tenga la bocca chiusa.


Al mondo esistono vari tipi di risveglio:

Abbiamo la tossica , della Mulino Bianco, che si sveglia con saccottini e cocaina, sempre smagliante, sempre sorridente, perché ha capito che la ricetta della felicità è drogare tutta la famiglia, altrimenti non si spiega che cazzo te canti, alle sei del mattino, te e tutta la razza tua.

Abbiamo la fanatica dei cereali, che rimane rilassata e zen anche davanti ad una colazione a base di crusca, felice del suo risveglio perché, anche quella mattina, il suo intestino è stato regolare ed è andata a cagare.

E poi ci sono io.

Io che mi alzo dal letto con la gioia di un becchino.

Io che mi trascino in cucina con l'energia di una novantenne, i capelli come Cocciante, un occhio chiuso e il segno del cuscino ancora in faccia.

Che, se mi dici “ Buongiorno ”, ti becchi un “ vaffanculo ”, sarà perché sono stitica e non mangio crusca.

E il mio coglio ... ehm compagno sa, sa che si avvicina prima del terzo caffè, rischia una ciabatta appresso, sa che, se mi sorride prima della seconda sigaretta, il brucio i peli dell'avambraccio con l'accendino.

Ma, nonostante tutto, questa mattina, durante la delicatissima preparazione del caffè, si presenta in cucina e, sprezzante del pericolo, inizia a chiacchierare.

Ammetto, con tutta onestà, che non capivo una mazza di quello che stava dicendo, perché il mio cervello era concentrato, pensando alla crusca e provando a rimanere zen, quindi mentre lui parlava io, per allietare il momento, immaginavo di soffocarlo con la polvere del caffè.

Mentre penso a dove trovare un pusher che mi procuri un saccottino “stupefacente”, lo sento finire con:

🐷 “... bla bla bla quindi ho deciso di pulire le pale del ventilatore” .

Io lo guardo, lui mi guarda, gli faccio segno con il pollice in su per levarmelo dai coglioni, e lui va via sorridendo.

Felice della pace ritrovata, sto per sedermi per bere il mio primo caffè, quando:

🐷 "Boo, sai dove posso trovare una chiave inglese?"

Ancora con il culo a mezz'aria, apro il cassetto, sbuffo e gli porgo l'arma contundente.

Riesco a sedermi, mentre sto per appoggiare le caviglie sul tavolo:

🐷 "Boo, sai dove posso trovare una spugnetta?"

Sempre muta, lo guardo per un intero minuto, così che possa capire che era pericolosamente vicino a prendersi un coppino in faccia e gli do 'l'introvabile spugnetta, che sta sotto al lavello insieme a tutti i materiali di pulizia che sono sempre stati sotto al cazzo di lavello, da due anni di convivenza.

Mi siedo, appoggio le caviglie sul tavolo, e mentre sto per portare la PRIMA tazzina di caffè alla bocca

🐷 "Boo, con la spugnetta non funziona, sai dove posso trovare lo sgrassatore e una spazzola dura?"

Inizio mentalmente a tirar giù tutti i santi del paradiso, in particolar modo S. Pietro e Bonolis, almeno loro il caffè lo bevevano.

Intanto, prendo una busta rigida e la riempio di tutti i prodotti e materiali di pulizia, tutte le spugnette, le pezzette, le retine, la carta vetrata, coltelli, forbici, un trapano a percussione, un succo di frutta e un paio di brioches , per pulire del cazzo di pale di plastica di un cazzo di ventilatore.

Finalmente mi siedo, appoggio le caviglie sul tavolo, bevo la mia tazzina di caffè e mentre sto per accendermi la PRIMA sigaretta della giornata, sento:

🐷 " Boo ... "

Non l ho fatto finire, gli ho tirato la tazzina appresso.

Al mio terzo caffè, con le mie gambette sul tavolo, mentre fumo la mia terza sigaretta, ho sentito, in successione

- bestemmiare più volte;

- il rumore di vetri rotti;

- il suono dell'acqua della doccia che colpiva qualcosa (immagino le pale);

- il rumore del phon (immagino per asciugare le pale);

- altre bestemmie;

- il suono di una chiave inglese scaraventata via con violenza, e ...

🐷 "Boo ..."

Tutto sommato è stata una bella giornata , siamo stati in giro a fare shopping per comprare un ventilatore nuovo, uno specchio da camera, un nuovo set di spugnette, dei cerotti ... e una tazzina!


Continue Reading
Further Recommendations

magdinha333: Short but cute!!!! The right amount of chapters and story! Thank u so much for writing it

Barsha: I love this story 💖I would like to share with my best bestfriend💓

Kanchan: Nice keep going😁😁😁

chon: Loved this story from beginning to end

Sonia Voyles: Good read! I couldn't stop reading it, each chapter is so intriguing and gets sexier with each chapter. Good amount of drama and romance

ronikade1: Nicely written. short, simple and sweet thanks

stevechaffin2001: I liked the storyline to start,but I did not like the ending. I would like to see a part two.

Karen Esterhuizen: Nothing more

More Recommendations

Marietta Balogbog: Love every minute of it.hope thier my be more of this story up date me pls thank you writer 💕💕💕

Madhavi Sawant: Liked the way its written. Lovely till now.

Jason Huskey: The improvement of this series in the 6 I have read is great to see. As English is not their first language the improvement in syntax and word usage has improved immensely. Great work I would love to see each of the books expanded into full length books as the storylines have lots of potential an...

About Us

Inkitt is the world’s first reader-powered publisher, providing a platform to discover hidden talents and turn them into globally successful authors. Write captivating stories, read enchanting novels, and we’ll publish the books our readers love most on our sister app, GALATEA and other formats.